HD Notebook quasi morto

XianLong

Member
Tornato dall'Inghilterra mi sono ritrovato improvvisamente una spiacevole sorpresa con il mio portatile, (che presto dovrò in ogni caso sostituire).
Di solito all'accensione il caricamento dell'OS avviene molto velocemente.. invece questa volta ha caricato per almeno 5 minuti.
Entrato in Windows ho salvato i file "importanti" e ho avviato un controllo del disco dall'utilità di Windows.
Sono stati rilevati degli errori ed ho fatto il ravvio, ma successivamente vengono rilevati ulteriori errori e va in crash, così che non riesco neanche più a caricare il profilo utente (windows 10 mi ha creato un profilo temporaneo)
Anche qui è tutto lentissimo, come se "laggasse".. e, temo purtroppo, che ormai l'hard disk sia inesorabilmente danneggiato (proverò un format in ogni caso)

Facendo un primo test con HDDscan vengono segnalati degli errori.. ma non saprei come interpretarli

Vedi l'allegato HD.pdf

 

Toelupe

Admin
Membro dello Staff
Per provare a risolvere qualcosa con la formattazione, ti conviene fare quella low level.

Per gli errori invece ti posso dire:

Critici

Reallocation Sector Count invece è da tenere in considerazione, indica i settori danneggiati che sono messi in una sorta di area di riserva, può quindi indicare un problema della superficie del disco.

Reallocation Event Count è il contatore dedicato al remapping di riallocazione, conteggia quante volte sono avvenute (positive o negative)

Current Pending Sector Count, questo è "amico" del Reallocation Sector Count, indica praticamente i settori che molto probabilmente imploderanno a breve e che saranno spostati nell'area di riserva.

Meno critici ma da tenere in considerazione

GSensor Error Rate è un errore di poca importanza, se non erro indica un problema nella scrittura/lettura ma è derivato da un movimento o comunque dall'intervento del sistema di protezione di oscillazione del disco, quindi basta che mentre lo usi lo muovi che probabilmente il sistema interviene, il processo in questo caso si risolve con un secondo passaggio di lettura/scrittura automatico del disco tutto in maniera invisibile all'utente.

Airflow Temperature è inutile, non serve più a nulla, spesso indica valori completamente sballati.

HDA Temperature indica logicamente la temperatura del disco, spesso varia da produttore a produttore, in ogni caso a meno che non notiate fiamme infernali uscire dalla zona dove è ubicato il disco, è un valore che non presenta gravissimi problemi, ci sono mille fattori che possono influenzare la temperatura (tipologia del case, ambiente etc...)

Personalmente così su due piedi, cambierei il disco senza pensarci due volte :toe:

 

XianLong

Member
Grazie per le info! Prendo nota [22]

Ho fatto anche una scansione con Crystaldisk e mi segnala le stesse cose e lo stato del disco "a rischio".
Come se non ne avessi abbastanza il computer aziendale, quello da dove sto scrivendo, improvvisamente mi appare una schermata blu, con tanto di emoction ":(" system thread exception not handled, con Windows 10.
A quanto sembra è un problema relativo ai driver, da aggiornare.
In ogni caso sembra che i miei portatili si stiano ribellando, probabilmente si sono sentiti soli senza di me in questi 7 giorni di mia assenza [15]

Mi sposto sul mercatino di AS

 

HSH

AdvAnced Staff
Membro dello Staff
direi che vale la pena metterci un SSD, visto che farai trasferte è assolutamente indispensabile sostituire quelli tradizionali che risentono molto di urti e bottarelle, sopratutto nei laptop, ne avrò cambiato un quintale in questi anni

poi se cambi laptop l' SSD lo puoi sempre riutilizzare :toe: e con i costi attuali non è nemmeno impegnativo, un evo 850 da 256 si trova sui 90 € - tra l'altro qualche settimana fa l'ho preso a mio cugggino per 75.....

 

XianLong

Member
Tra poco aprirò un topic proprio per l'acquisto di un nuovo notebook abbinato con un SSD. [28]
Per le trasferte sto utilizzando il portatile aziendale, un vecchio Lenovo , non userò quello mio personale.

 
Alto