Nuovo Standard per gli hard disk

HSH

AdvAnced Staff
Membro dello Staff
fonte HWupgrade

Western Digital annuncia l'implementazione di Advanced Format all'interno dei propri hard disk: i futuri modelli appartenenti alla serie Caviar Green saranno infatti caratterizzati da questa particolarità.

Advanced Format introduce un nuovo metodo di storage dei dati, fino ad oggi divisi e allocati in settori da 512 byte l'uno: con il passaggio ad Advanced Format questi settori vengono portati alla capacità di 4KB (4096 byte). Advanced Format, ora impiegata da Western Digital e in un prossimo futuro anche da altri produttori, ha come obbiettivo principale quello di andare ad aumentare lo spazio a disposizione sui dischi, oltre a migliorare il funzionamento con i sistemi operativi di nuova generazione.





Le due immagini mostrano come cambi la struttura dei blocchi grazie ad Advanced Format rispetto a Legacy: non solo un cambio radicale in termini di dimensione, ma anche un riposizionamento dei dati ECC e Sync/DAM. Con la struttura attuale, infatti, l'efficienza di controllo e correzione degli errori (ECC) risulta estremamente ridotta, incappando in importanti problemi di overhead. Grazie ad Advanced Format vengono così eliminati gli elementi tra i diversi settori, consentendo inoltre un aumento complessivo dello spazio su disco variabile tra il 7 e l'11%. Secondo i dati forniti, inoltre, dovrebbe essere stata migliorata l'efficienza ECC, grazie all'impiego di codice più lungo.

Per Western Digital l'applicazione della tecnologia Advanced Format rappresenta un elemento fondamentale sia per continuare la corsa all'innalzamento delle capacità, sia per migliorare l'efficienza e l'affidabilità degli hard disk.

Advanced Format, inoltre è stata sviluppata per riuscire a funzionare al meglio con i sistemi operativi di ultima generazione, come Windows Vista e Windows 7, oltre ai sistemi Mac. Come buona parte delle nuove tecnologie, Advanced Format non sarà invece ottimizzata per quei sistemi operativi considerati "vecchi" come Windows XP. Nonostante quest'ultima dichiarazione possa suscitare qualche discussione a riguardo, Western Digital ha deciso di offirre un software chiamato Align Software, che consentirà alle unità con tecnologia Advanced Format di funzionare al meglio anche sotto Windows XP. Il tool è presente a questo indirizzo.

Al momento, alcuni modelli di Caviar Green sono prodotti con Advanced Format: nel corso del tempo nuovi modelli presenteranno la nuova funzionalità. I primi dischi da 500GB con il nuovo schema di formattazione saranno spediti e arriveranno sul mercato nelle prossime settimane. I modelli con capacità diverse seguiranno a ruota. I primi modelli con Advanced Format saranno inoltre caratterizzati da una cache di 64MB: non ci dovrebbero essere comunque variazioni sensibili di prezzo. Tutti i dischi con Advanced Format includeranno all'interno della confezione informazioni speciali per il funzionamento dell'unità.

 

Toelupe

Admin
Membro dello Staff
Mah...solo a me pare una cosa inutile? Non che siano beoni in WD sia chiaro, ma non vedo per un utente desktop cosa cambierebbe, al limite venderanno dischi da 1tb e quelli con AF a 1,1tb e di sicuro, anche se li faranno pagare 5€ in più, una piccola differenza la metteranno.

C'è poi da fare un discorso più tecnico, ovvero quello prestazionale, settori di piccole dimensioni diminuiscono le prestazione, settori di grandi dimensioni le aumentano, capirei se venisse usato nel campo server, ma in quello desktop non ha senso, mi rallenti un disco per avere maggiore spazio sapendo che così la differenza con gli SSD sarà ancora più imbarazzante e lo fai guardacaso verso l'inizio del 2010, ovvero l'anno dell'esplosione degli SSD nel mercato consumer? Questo si chiama saper vendere e svuotare i magazzini [51]

Aggiungiamo poi che ormai ci sono dischi con tagli enormi, fa capire ancora di più come l'AF sia una semplice mossa di mercato, probabilmente hanno una marea di Green da vendere, non è una caso che l'AF venga usato proprio su quelli, sono dischi dedicati alla massa e montati in pc da super mercato, è più facile vendere un disco da 1.1tb che uno da 1tb ad un cliente che si fida del negoziante.

WD ha capito come tutti i produttori la strada da seguire, liberare i magazzini e fare spazio alla nuova generazione, era ora, non se ne può più di vedere sistemi castrati in maniera imbarazzante da una tecnologia di memorizzazione vecchia e obsoleta...spazio spazio [51]

 

HSH

AdvAnced Staff
Membro dello Staff
io dico che una smossa ci voleva anche su lato struttura.. abbiamo aumentato densità per piatto,migliorato le interfacce (usb3 è un gran passo in avanti, il sata 3 è una bella bestia pure lui ) ora manca solo un file system degno di tale nome [51]

 

Yjear

Member
Beh, direi di quotare Toe, il suo ragionamento non fa una piega e ha ragione. Ormai sta cosa se la potevano risparmiare...secondo me bisogna che si concentrino sugli SSD a migliorare un po tutto ma sopratutto vedere prezzi per i barboni come me...

 

Toelupe

Admin
Membro dello Staff
Purtrtoppo in ogni settore c'è un momento in cui si gioca a chi ce l'ha più lungo, è il modo migliore per vendere alla massa , prima furono i processori, poi le schede video, poi i Mpx con le fotocamere digitali e ora gli hd...che te ne fai in un pc normale di 1Tb o anche solo 640Gb? Assolutamente nulla, è diventata una moda quasi avere hd giganteschi, io dal 2000 ho sempre avuto hd da 80Gb, tutt'ora nel portatile ho un 80Gb e non sento il bisogno di spazio, quando lo sostituirò con un disco SSD lo prenderò di un piccolo taglio con trim, giusto per tenere su l'os e poco altro, i dati e il backup li tengo in un semplicissimo hd da 200Gb in rete o se non vi posso accedere un semplice hd esterno usb/esata.

Logicamente dipende lo scopo per il quale si usa il pc (desktop, server, nas etc...), gli SSD non sono pensati per la grande archiviazione, ma per eliminare quello che ormai è il collo di bottiglia più grande dei pc attuali, gli SSD non alzano la tacca, la polverizzano del tutto, portando ad avere prestazioni aliene già allo stadio attuale, ovvio che con il tempo il rapporto prezzo/gb scenderà, ma quì bisogna mettere in mezzo anche il fattore prestazioni.

Il discorso prezzo è relativo, vero che costano ancora molto, ma i prezzi stanno scendendo e scenderanno di molto nel 2010, l'arrivo in massa porterà alla discesa dei prezzi, iniziano ad esempio a trovarsi sul mercato soluzioni intorno ai 100€ come il Kingston SSDNow! o l'OCZ Agility per citarne 2.

 
Ultima modifica di un moderatore:

Brujah

AdvAnced Staff
Membro dello Staff
L'HD da 640Gb viene proposto ad una fascia di mercato molto comune.

Gli eMulomani convinti che sia meglio avere UN solo HD (magari pure non partizionato) in modo che se si rompe, si perde tutto.

Sfido altre categorie non altamente specifiche (che comunque non usano i comuni HD del mediaworld...) a riempire 640Gb di spazio senza film, musica e altri prodotti muleschi e torrenteschi.

 

HSH

AdvAnced Staff
Membro dello Staff
Purtrtoppo in ogni settore c'è un momento in cui si gioca a chi ce l'ha più lungo, è il modo migliore per vendere alla massa , prima furono i processori, poi le schede video, poi i Mpx con le fotocamere digitali e ora gli hd...che te ne fai in un pc normale di 1Tb o anche solo 640Gb? Assolutamente nulla, è diventata una moda quasi avere hd giganteschi, io dal 2000 ho sempre avuto hd da 80Gb, tutt'ora nel portatile ho un 80Gb e non sento il bisogno di spazio, quando lo sostituirò con un disco SSD lo prenderò di un piccolo taglio con trim, giusto per tenere su l'os e poco altro, i dati e il backup li tengo in un semplicissimo hd da 200Gb in rete o se non vi posso accedere un semplice hd esterno usb/esata.
ma che centra sto discorso dei dischi da 1GB? io ho solo detto che hanno fatto bene a innovare anche quel lato, un po come quando si passò dal fat16 al fat32, sebbene la modifica introdotta non sia della stessa ampiezza di portatae sono anche daccordo a dire che SSd è il futuro e che in futuro i prezzi si abbasseranno ma adesso come adesso è ancora presto per valutarlo in ambito domestico.

poi che ormai il 99% delle persone abbia un discone pieno zeppo di musica e divx si sa.... [51]

 
Ultima modifica di un moderatore:

HSH

AdvAnced Staff
Membro dello Staff
e nel frattempo L' ssd cresceeeeeee



News

peccato per l'intefaccia usb2, davvero povera

 
Ultima modifica di un moderatore:

Toelupe

Admin
Membro dello Staff
Non male contando che è un Intel rimarchiato come tutti i Kingston praticamente; concordo sulla pessima idea di usare l'usb 2, viste le capacità del disco e del fatto che ormai si iniziano a vedere finalmente fisicamente prodotti e schede usb 3 era la scelta perfetta, speriamo che ne facciano una revision adottando il nuovo standard o al limte un bel eSATA [41]

 

HSH

AdvAnced Staff
Membro dello Staff
Chi era che diceva che il passaggio da 512 a 4kb era inutile? [54]

Sarà utilissimo invece.. servirà a sbarazzarsi di XP http://www.advancedstudios.it/forum/public/style_emoticons//51.gif

http://www.hwupgrade.it/news/storage/l-evoluzione-degli-hard-disk-creera-problemi-a-windows-xp_31887.html

Solo il mese scorso, il 65,5% dei PC a livello mondale utilizzavano Windows XP come sistema operativo principale, il 16,5% Windows Vista e solo il 9% Windows 7. Guardando in prospettiva futura, i recenti accordi che Microsoft ha preso con molte aziende a livello mondiale per l'implementazione di Windows 7, faranno diminuire ulteriormente la percentuale di sistemi con Windows XP.

A contribuire alla discesa del vecchio sistema operativo di casa Microsoft troviamo però anche un altro elemento: Windows Vista, Windows 7 insieme a OS X Tiger, Leopard e Snow Leopard oltre a molteplici versioni linux-based sono in grado di supportare senza problemi hard disk sviluppati con settori da 4KB. Windows XP invece no.

Il 2011 potrebbe rappresentare l'anno che determinerà il definitivo crollo di Windows XP; proprio per l'anno prossimo, infatti, tutti i produttori di hard disk hanno deciso, insieme ad IDEMA (Internation disk drive equipment and material association) di convertire l'intera produzione di unità, passando da soluzioni con settori da 512 byte a quelle con settori da 4KB. La possibilità di impiegare tutti i nuovi hard disk con Windows XP rimarrà comunque presente: le specifiche per le nuove soluzioni produttive prevedono un allineamento con la vecchia disposizione dei settori da 512 byte.

Tutto questo porterà però un lato negativo, che andrà ad impattare sulle prestazioni: Windows XP, si troverà infatti a trattare i nuovi hard disk come soluzioni più vecchie e saranno necessarie due operazioni di chiamata, vista la presenza di un emulation layer per consentire il corretto funzionamento. Secondo i primi dati, il calo prestazionale dovrebbe essere quantificabile in un 10%.
 
Alto