Jump to content

Indiana

Members
  • Content Count

    1,360
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    20

Indiana last won the day on April 27

Indiana had the most liked content!

Community Reputation

46 Excellent

About Indiana

  • Birthday 04/25/1970
  1. "TI SEI IMBARCATO COME CLANDESTINO SU UNA NAVE DIRETTA IN PERSIA: sin da piccolo sognavi di innamorarti della bella figlia del sultano. Non avresti mai immaginato che proprio tu, un avventuriero sconosciuto senza titolo nobiliare né ricchezze, avresti conquistato il suo cuore e saresti divenuto il nuovo Principe di Persia. Infatti, il sultano pensava di far sposare la figlia, se non con un re, almeno con un principe le cui ricchezze e nobiltà si sarebbero aggiunte a quelle sue. L'idea di dover rinunciare alla figlia per darla in sposa ad uno come te sconvolse a tal punto il sultano che quasi ordinò la tua decapitazione. Solo le preghiere della bella principessa ti salvarono la vita. Grazie soprattutto alle sue suppliche nei confronti del padre (accompagnate da una grande quantità di lacrime), riuscì a convincerlo a soddifare la tua richiesta. Fu così che la persia ebbe un nuovo Principe. Questo, almeno, è quello che racconti tu. Fino a quando, un mattino, entri nella sala del trono e trovi il tuo posto accanto alla principessa già occupato da qualcuno il cui aspetto è simile al tuo. Peggio ancora, persino la principessa non ti riconosce. Con un ordine del "Principe", le guardie del sultano ti afferrano. non c'è tempo per discutere, ti liberi e salti dalla finestra sul tetto del palazzo. Ricercato da tutte le guardie in Persia, riesci a salvarti la vita imbarcandoti su una nave mercantile. Mentre il vento ti spinge lontano dalla tua terra, dalla tua principessa e dalla felicità che furono le tue per così per breve tempo, giuri che da questo momento in poi vivrai solo per riconquistare quello che hai perso. Non sai chi sia il tuo nemico, né come lo sconfiggerai... ma tra te e la soluzione di questo mistero si trova la più grande avventure mai vissuta finora..." Prince of Persia 2: The Shadow and The Flame è il sequel di uno dei platformer più famosi di tutti i tempi: Prince of Persia. Ideato, creato e sviluppato dal talento di Jordan Mechner, distribuito come il predecessore da Brøderbund Software, fu rilasciato nel 1993 per MS-DOS e negli anni successivi per FM Towns, PC-98, SNES e Macintosh. Il gioco molto simile all'originale Prince of Persia, è molto più incentrato sul combattimento. La grafica notevolemente migliorata, i livelli da esplorare molto più ampi ed articolati, e la possibilità di salvare il gioco in dieci differenti slot sono le differenze principali con il primo capitolo, di cui però viene mantenuto l'impianto generale. Anche se l'originale conserva il suo fascino, Prince of Persia 2 è in effetti un gioco superiore da molti punti di vista e merita di essere provato. Titolo Prince of Persia 2: The Shadow and The Flame Anno 1993 Genere Action, Platform Lingua Inglese Sviluppatore Brøderbund Software Distributore per l'Europa Electronic Arts Distributore per l’Italia C.T.O. Piattaforma PC Edizione Prima Edizione Supporto Floppy 3,5” Rating Rarità 5/5 La versione PC distribuita in Italia dalla C.T.O. include: Scatola a forma di clessidra tipica delle Limited Edition in Inglese, Francese, Tedesco e Italiano. Manuale esclusivamente in Italiano. 4 Floppy disk da 3,5". Lingua gioco in Inglese. Si ringrazia @Indiana per aver fornito le immagini del gioco.
  2. DIABLO L’Action-GDR di Blizzard è nato da sviluppatori praticamente esterni all’azienda. Diablo fu infatti sviluppato da Blizzard North, un team situato a Redwood City – si spostò successivamente a San Mateo – che venne acquisito nel 1993 quando ancora il suo nome era Condor Software. Quest’ultima iniziò a progettare Diablo già prima dell’acquisto da parte dell’azienda di Irvine; inizialmente, infatti, il suo stile e le sue meccaniche erano ben differenti, molto più simili a un classico gioco di ruolo a turni. L’acquisizione aiutò molto la software house e così, Max Schaefer, Erich Schaefer e David Brevik diedero vita al loro sogno: un gioco di ruolo action in visuale isometrica che convinse critica e pubblico, vincendo numerosi premi come: Gioco dell’anno, miglior gioco di ruolo e miglior grafica tra il 1996 e il 1998. Quel gioco fu proprio Diablo. Le musiche, l’atmosfera, il racconto narrato da NPC ed i libri, lo hanno reso uno dei prodotti videoludici più terrificanti e affascinanti della storia. Le sue meccaniche di gameplay, unite a livelli labirintici e difficoltà tutt’altro che semplice lo hanno aiutato a divenire una delle pietre miliari del genere Action-RPG, tanto da esserne considerato il punto di riferimento. Visto l’enorme successo, non poteva non uscire un’espansione. Nel 1997 Sierra si prese l’onere di svilupparla per Blizzard. Lo sviluppo esterno è uno dei motivi per il quale Hellfire è un contenuto aggiuntivo poco conosciuto dai videogiocatori, tanto che sono in pochi ad averla giocata e ancora oggi a possederla. Hellfire aggiungeva due livelli nuovi, tantissime armi in più e una nuova classe: il Monaco, recuperata poi nel terzo capitolo. Quest’ultima tipologia di personaggio si aggiungeva ai già conosciuti Guerriero – esperto di armi ravvicinate -, Ladra – arciere – e Stregone – magia -. Tutte le abilità venivano apprese tramite libri trovabili in giro per i livelli – 16 in tutto – che partivano dalla Cattedrale di Tristram fino a giungere all’Inferno, casa del Signore del Terrore. Se la vicenda e i dialoghi del primo Diablo erano tutt’altro che approfonditi, diverso il discorso per quanto riguarda la lore. Ogni livello labirintico della cattedrale nascondeva infatti dei segreti, boss secondari e libri in cui veniva raccontato tutto il background di Tristram e del regno di Sanctuary – il mondo di gioco dove è ambientata la saga. Quando si parla di Diablo non si può che spendere un paio di parole sui boss “secondari”, entrati nella leggenda grazie alle loro frasi e alla loro biografia. Il passato che li accumuna alla corruzione li ha resi talmente riconoscibili dai fan, da essere riproposti in Diablo III. Parliamo ovviamente di Re Leoric e il Macellaio – Fresh Meat! Chi non si è mai spaventato la prima volta che li ha incontrati e chi non è mai caduto almeno una volta dinanzi alla loro inarrestabile forza? "The warmth of life has entered my tomb. Prepare yourself, mortal, to serve my Master for eternity!" Benvenuti a Tristram! Avventuratevi in un mondo dove il male ha corrotto la terra e oppresso l’umanità in una rinnegata schiavitù. Vendetta, potere, intelletto e magia – questo è quanto vi spinge a fronteggiare il “Signore di tutti i Mali ”: DIABLO - Gioco interminabile senza precedenti, Diablo genererà labirinti diversi ogni volta che giocate. - Agghiacciante grafica in SVGA, personaggi modellati 3D ed effetti di luce in tempo reale. - Riunitevi per distruggere Diablo. - Fino a 4 giocatori via Internet o rete, oppure un testa a testa in collegamento diretto. Titolo Diablo Anno 1996 Genere Gioco di Ruolo, Azione, Hack and slash Lingua Inglese (doppiaggio e sottotitoli) Sviluppatore Blizzard Entertainment Inc. - Blizzard North Publisher Blizzard Entertainment Inc. Distributore UK ZABLAC Entertainment Edizione Prima Edizione UK Piattaforma PC Supporto CD-Rom Rating Rarità 3/5 La confezione distribuita in UK include: Scatola in Inglese. Manuale in Inglese. Jewel Case con inserti a colori fronte e retro. 1 CD-ROM. Cartolina di Registrazione Blizzard in Inglese. Catalogo pubblicitario Sierra "Games '96 - 97" in Inglese. Lingua gioco: Inglese (doppiaggio e sottotitoli). Si ringrazia @Indiana per aver fornito le immagini del gioco.
  3. Ciao Brujah, per valutare correttamente la tua copia devo vedere le foto della scatola e di tutto il contenuto. Verificare condizioni del box e appurare la completezza del contenuto sono elementi fondamentali per dare una corretta valutazione. Posta le foto Ciao, Indy
  4. Tra le fiamme di un destino assurdo, violento, terrificante, scaraventati in un mondo alieno, un semplice marine lotta contro un’intera razza pronta a devastare il nostro pianeta. Poco dopo essere atterrato su un territorio alieno vieni a sapere che i tuoi uomini sono stati decimati. Ora devi aprirti un varco tra le installazioni militari fortificate, abbattere le difese della città e sconfiggere la macchina da guerra del nemico. Devi distruggere i sistemi difensivi Strogg, cosicché i marines in attesa fuori dal pianeta possano contrattaccare. Sono sbucati dal nulla con il solo scopo di distruggere. Scendi dalla tua capsula protettiva che si è schiantata sulla periferia della capitale Strogg, miracolosamente illesa. Stringi nelle mani il tuo blaster, ed assapori il momento in cui incontrerai il tuo nemico, pronto a fargliela pagare… Solo allora verrà rivelato il destino dell'UMANITA’. Questo è il leggendario, storico inizio di Quake II. Accompagnato da Quad Machine, uno dei soundtrack meglio riusciti della storia umana, frenetico e cattivo. Da quel passo iniziale, si faceva la storia di un intero genere. ...EPOCALE... Quake II, graficamente l’olimpo del 3d, nel 1997, godeva di effetti di luce innovativi, texture dettagliate, modelli ben fatti ed altrettanto bene animati. Tutto mostrava il talento assoluto di Carmack con la programmazione di engine, talento tutt’ora confermato (Rage, ultimo nato Id Software). La sensazione era di assoluta immersione, in un ambiente ostile, nemico, alieno, dove ogni angolo buio era pieno di orde pronte ad aggredirci senza pietà. Questa è stata sempre la sensazione degli FPS targati Id, senza eccezioni. Vuoi per il design dei livelli (qui American McGee docet…) vuoi per i sapienti effetti di luce, per l’accurata disposizione di oggetti e nemici, oppure per gli accurati effetti sonori davvero terrificanti; è qualcosa di strano ed inquietante, davvero. Ancora oggi si avverte la sensazione di claustrofobia attraversando i corridoi di Strogg City, guardando il cielo viola di fumi tossici, osservando le inquietanti camere di tortura dei nostri sventurati compagni marines. L’Id Software riesce a mettere la paura dello scontro in ogni situazione: la paura di aspettarsi un Tank dietro l’angolo, la paura mentre ci combatti e mentre ti bersagliano di colpi altri nemici, la paura che non bastano le munizioni. Carmack ed i suoi riescono a farti credere che con 200 punti vita, 100 punti armatura e 300 punti munizioni per la gatling gun tu sia al sicuro, ma te lo fanno credere per ben poco tempo... Qui si sopravvive a fatica fino a fine gioco, niente sconti e lussi. Questo è il punto: LA SFIDA. Come pochi altri FPS sanno dare, merito anche della distopica ambientazione futuristica, tra incroci cybernetici e mondi corrotti da razze aliene, senza dubbio. La paura e la lotta serrata in un CD-Rom con 450 MB di dati, questo è Quake II. LIVELLI PIU’ ARTICOLATI BASATI SULLE MISSIONI Hai una serie di missioni complesse da portare a termine, ma quello che fai in un livello potrebbe avere effetti sugli altri. Un passo falso e potresti mettere in allarme la sicurezza, allagare un passaggio o altro ancora. SUONO E GRAFICA COINVOLGENTI Grazie a un ottimo sistema audio, le esplosioni dei combattimenti in lontananza e i missili che ti sfrecciano sulla testa ti sembreranno reali. Con un acceleratore 3D compatibile, inoltre, potrai ottenere eccezionali effetti grafici a 16 bit con effetti luce in tempo reale. INTELLIGENZA ARTIFICIALE SUPERIORE Questa volta la potenza del nemico è pari ai suoi desideri di conquista. Può sfuggire al tuo attacco, tenderti un’imboscata da posizioni strategiche e darti spietatamente la caccia. STRAORDINARIE FUNZIONI PER PIU’ GIOCATORI Più di 32 giocatori, amici o rivali, possono cimentarsi in uno scontro all’ultimo respiro su rete LAN e su Internet. Due giocatori possono scontrarsi via modem. Titolo Quake II Anno 1997 Genere FPS, Azione Lingua Inglese Sviluppatore id Software Publisher Activision Distributore per l’Italia Sofware & Co. Edizione Prima Edizione Piattaforma PC Sistema Operativo Windows 95 - Windows NT Supporto CD-Rom Rating Rarità 3/5 La confezione distribuita esclusivamente in Italia include: Scatola in Italiano. Manuale esclusivamente in Italiano. Cartolina di Registrazione della Software & Co. in Italiano. Jewel case con inserti a colori fronte e retro in Inglese. 1 CD-ROM. Lingua gioco: Inglese. Si ringrazia @Ifride per aver fornito le immagini del gioco.
  5. Indiana

    Auguri Luca!

    In ritardissimo, auguri!
  6. Quake è uno sparatutto in prima persona pubblicato da id Software nel 1996, il primo dell'omonima serie di videogiochi. Il protagonista doveva districarsi tra ambientazioni medievali simili a labirinti, affrontando orde di nemici con un vasto arsenale di armi. Quake ha intensificato l'esperienza di gioco del suo predecessore, DOOM, grazie al motore grafico interamente in 3D e al supporto delle OpenGL. Se per primo DOOM aveva contribuito a rendere popolari i deathmatch multigiocatore, Quake li perfezionò aggiungendo nuove modalità. Le sfide online tra giocatori divennero sempre più popolari grazie all'aggiornamento QuakeWorld e a programmi come QuakeSpy, che resero più semplice e affidabile la ricerca e la sfida di avversari su Internet. Nacquero inoltre vari mod multigiocatore, tra cui Team Fortress e Capture the Flag. Quake rappresenta uno dei punti di svolta EPOCALI del gaming su PC, ed è il principale artefice del periodo di grandissimo successo che gli FPS hanno conosciuto nella seconda metà degli anni ’90. Partendo dall’esperienza maturata con DOOM, i geni della id Software hanno realizzato un titolo di indiscusso spessore tecnico e profondamente innovativo a livello tecnologico (per gli standard dell’epoca), che merita a pieno titolo di essere annoverato tra le pietre miliari del genere. Per capire davvero l’importanza di Quake, è necessario ritornare per un momento al 1996. Sull’onda dell’entusiasmo suscitato da DOOM, gli FPS stavano conoscendo un successo senza precedenti, e il mercato era letteralmente invaso da una quantità di cloni basati sul famoso DOOM Engine di id Software: tra questi spiccavano titoli come Heretic e Hexen, prodotti dallo stesso John Romero e distribuito dalla casa texana. Il lancio di Duke Nukem 3D nel gennaio di quell’anno, testimoniava che i tempi erano ormai maturi per un cambiamento nel panorama degli FPS. Per quanto però il titolo della 3D Realms garantisse un livello di interattività senza precedenti e avesse un grande punto di forza nell’innegabile carisma del Duca, l’arrivo di Quake travolse tutti con una mossa tanto spregiudicata, quanto lungimirante: il passaggio definitivo al rendering full-3D, reso possibile dalle grandi potenzialità del nuovo Quake Engine (realizzata INTERAMENTE da John Carmack mentre stava ancora lavorando al DOOM Engine). I benefici di questa rivoluzione sono davanti agli occhi di tutti: architetture maestose, superfici verosimili e nemici che per la prima volta acquistano una dimensione reale e tangibile, sono solo alcuni esempi. Il level design trae particolare giovamento dal passaggio alle tre dimensioni: le capacità del nuovo motore grafico permettono infatti di riprodurre in maniera realistica edifici dalla struttura altamente complessa come castelli medievali con ponti e fossati, basi militari su più piani, cunicoli acquatici dallo schema irregolare e tanto altro. L’ambientazione e l’atmosfera dark-gothic è resa in maniera magistrale e in particolare gli interni degli edifici, con l’alternanza continua tra luci e ombre e un pronunciato sviluppo verticale degli spazi, trasmettono una sensazione costante di imminente pericolo. Come in ogni FPS che si rispetti, anche in questo caso avremmo a disposizione un nutrito arsenale di armi per fronteggiare le armate di Quake: si parte con un semplice fucile e un’ascia, per passare al railgun, lanciagranata e finire in bellezza con il potentissimo fulminatore (attenzione all’acqua!). *** Note: tutto l’audio di Quake (compresa la voce del protagonista) è stato realizzato niente meno che da Trent Reznor, geniale e poliedrico frontman della band Alternative Nine Inch Neil, vincitore nel 2011 del premio Oscar per la colonna sonora del film Social Network di David Fincher. Si tratta di tracce audio in cui la musica lascia spazio ad effetti ambientali suggestivi e disturbanti al tempo stesso, avvolgendo il giocatore in una aura di mistero che aiuta a mantenere alto il livello di ansia. TRAMA In Quake vestiremo i panni di un soldato semplicemente conosciuto come Ranger. Una misteriosa entità aliena, nome in codice “QUAKE”, è riuscita a sfruttare una breccia nel prototipo del sistema di teletrasporto sviluppato dal Governo, utilizzandolo per inviare i suoi squadroni della morte nella dimensione umana, con lo scopo di testarne le difese militari. Come unico superstite dell’operazione “CounterStrike”, il nostro compito sarà quello di mettere fine a questa invasione sconfiggendo “QUAKE” che durante la nostra missione si rivelerà come la mostruosa dea Shub-Niggurath. Una volta selezionato il livello di difficoltà tra i 3 disponibili (4 se consideriamo il livello Nightmare nascosto), il gioco ci catapulta in una sorta di hub, da cui potremmo accedere alle basi militari che sorvegliano le “slipgate” di accesso alle quattro dimensioni di Quake. Ciascuna dimensione è costituita da un numero variabile di livelli (da 6 a 8) e custodisce al suo interno una runa magica: una volta raccolte tutte e 4 le rune avremo accesso al livello finale dove avrà luogo la resa dei conti con Shub-Niggurath. Benvenuto a Quake! Titolo Quake Anno 1996 Genere FPS, Azione Lingua Inglese Sviluppatore id Software Publisher id Software Distributore per l’Italia GT Interactive Software Europe Edizione Prima Edizione Piattaforma PC Sistema Operativo MS-DOS Supporto CD-Rom Rating Rarità 4/5 La confezione distribuita esclusivamente in Italia include: Scatola in Inglese, Spagnolo e Italiano. Read Me Text : Manuale/Guida rapida all'avvio e installazione del gioco in Inglese, Tedesco, Francese, Spagnolo, Italiano e Olandese. Manuale a colori in Inglese, Tedesco, Francese, Spagnolo, Italiano e Olandese. Jewel case con inserti a colori fronte e retro. 1 CD-ROM. Lingua gioco: Inglese. Si ringrazia @Indiana per aver fornito le immagini del gioco.
  7. Poteva mancare in una sezione del Museo dei videogiochi, una discussione dedicata alla propria collezione? Ovviamente no In questa discussione potrete inserire le foto della vostra collezione, grande o piccola che sia, con titoli famosi o no, poco importa, se per voi è la vostra collezione, ecco il posto dove mostrarla! Ricordo che è vietato usare la discussione per vendere i propri titoli o chiedere se siano in vendita. A voi la parola
  8. Ciao Ifride, Benvenuto nel Toe Games Museum! Ho inserito la versione Italiana di Grand Prix Circuit, nella scheda troverai informazioni e foto che ti aiuteranno a fugare ogni tuo dubbio. Enjoy!
  9. Grand Prix Circuit vi introduce nell’esclusivo mondo delle corse di Formula 1. Sperimentate la potenza, le prestazioni, la passione! Vi aspettano 8 circuiti leggendari in Brasile (Rio), Monaco, Canada (Montreal), Stati uniti (Detroit), Gran Bretagna (Silverstone), Germania (Hockenheim - Ring), Italia (Monza) e Giappone (Suzuka), gareggerete contro i 9 migliori piloti mondiali, ognuno con il proprio temperamento e stile di guida. Potrete scegliere il bolide dei vostri sogni fra le 3 più prestigiose squadre automobilistiche e gareggiare quindi per i team McLaren, Ferrari o Williams. All’interno del vostro abitacolo, speciali indicatori vi mostrano la vostra posizione sulla pista, il numero di giri, la vostra classifica attuale ed il tempo sul giro. Gli specchietti retrovisori vi aiuteranno a tenere d’occhio l’avversario che spunta dal vostro spoiler. Pianificate le vostre soste ai box poiché solo poche frazioni di secondo separano il vincitore da tutti gli altri concorrenti. Gli autori di Test Drive sono fieri di presentarvi Grand Prix Circuit! Titolo Grand Prix Circuit Anno 1988/1989 Genere Corsa, Simulatore di Guida Lingua Inglese Sviluppatore Accolade Inc. Publisher Electronic Arts Inc. Distributore per l’Italia C.T.O. Collana C.T.O. Software n. 11 Ms/Dos Piattaforma PC Sistema Operativo MS-DOS Supporto Floppy disk Rating Rarità 4/5 Bibliografia: Grand Prix Circuit in Zzap!, anno 4, nº 33, Milano, Edizioni Hobby, aprile 1989, p.38. Grand Prix Circuit in Guida Videogiochi, nº 6, Milano, Gruppo Editoriale Jackson, dicembre 1989, p. 41. Grand Prix Circuit (PC) in K, nº 3, Milano, Glénat, febbraio 1989, p. 43. Grand Prix Circuit (Amiga) in K, nº 10, Milano, Glénat, ottobre 1989, p. 53. Grand Prix Circuit (C64) in K, nº 16, Milano, Glénat, aprile 1990, p. 72. Grand Prix Circuit (PC) in The Games Machine, nº 6, Edizioni Hobby, febbraio 1989, p. 40. Grand Prix Circuit (Amiga) in The Games Machine, nº 12, Edizioni Hobby, settembre 1989, p. 39. Grand Prix Circuit in Videogame & Computer World, anno 2, nº 10, Rho (MI), Derby, ottobre 1989, p. 24. Grand Prix Circuit (C64) in LIST, anno 7, nº 6, Roma, Edicomp, giugno 1989, p. 50. Grand Prix Circuit (Amiga), in LIST, anno 7, nº 11, Roma, Edicomp, novembre 1989, p. 59. La confezione distribuita in Italia dalla C.T.O. include: Box in plastica stile VHS ma leggermente più grande in Italiano. Manuale esclusivamente in Italiano. 2 Floppy disk da 5,25”. Lingua gioco: Inglese. Si ringrazia @Indiana per aver fornito le immagini del gioco.
  10. Ciao Edo1080, la versione Europea per PC, il titolo è nativo per MS-DOS ma venne reso compatibile anche per Windows '95, distribuita anche in Italia nel 1996, presenta: Scatola (retro) multilingua italiano incluso. Manuale di Istruzioni multilingua italiano incluso. Supplemento Tecnico per avviare il gioco sotto DOS multilingua italiano incluso. Supplemento Tecnico per avviare il gioco sotto Windows '95 multilingua italiano incluso. Ti confermo quindi che la versione PC distribuita anche in Italia, presenta Box e tutta la manualistica anche in Italiano. Saluti, Indy
  11. FADE TO BLACK è un videogioco sviluppato dalla Delphine Software nel 1995 su PC e PlayStation (1996), seguito di Flashback: The Quest for Identity, sparatutto bidimensionale con meccaniche simili ai platform. Fu progettato, disegnato e diretto da Paul Cuisset, autore di Future Wars: Time Travellers e Cruise for a Corpse. È stato uno dei primi giochi pubblicati anche su PlayStation, sicuramente uno dei primi rivali di Resident Evil e Tomb Raider. Nel 1992 veniva pubblicato il gioco Flashback: The quest for identity e presentava tantissime innovazioni rispetto al passato come i movimenti fluidi del personaggio (rotoscoping). Naturalmente, era ancora bidimensionale, dovremo attendere il 1995 affinché si realizzi il sogno di vedere il sequel in 3D. Gli eventi si svolgono nell’anno 2190 D.C. : una razza aliena (Morph) ha preso il controllo del sistema solare e possiede la capacità di trasformarsi in qualsiasi forma di vita a piacimento. Conrad sta combattendo contro questi alieni aiutato da John O’Connors. Conrad è il personaggio che è controllato dal giocatore e Connors è colui che invia messaggi a Conrad e mostra, talvolta, la via d’uscita… Il gioco inizia nella prigione, all’interno della cella dove Conrad riceve il suo primo messaggio da O’Connors. Da quel punto in poi attraversa corridoi, risolvendo enigmi e facendosi strada a colpi di pistola uccidendo gli alieni. Non c’è molto da dire su suono e grafica perché sono assolutamente favolosi. Prima di tutto, la musica cambia quando il nemico vi si avvicina aumentandovi il livello di testosterone senza nemmeno rendervene conto. Unico avvertimento è leggere attentamente il manuale prima di avventurarvi nel gioco. Trattandosi di un gioco 3D il sistema di controllo di Conrad è diverso dal passato e richiede maggiore attenzione. FADE TO BLACK “Carica la tua arma e lanciati in un’avventura mozzafiato che ti farà salire l’adrenalina. Conrad, l’eroe di Flashback, ti sveglia da un sonno criogenico e si ritrova fra le grinfie dei vecchi nemici, i Morph. Con il cuore in gola, combatterai per tutto il sistema solare in sconfinati ambienti tridimensionali. Scopri come ottenere la fiducia del misterioso popolo degli Antichi e ritrova i favolosi poteri della Piramide. Vinci il terrore che ti invade negli oscuri labirinti pieni di pericolo e supera i tuoi limiti combattendo contro gli invasori Morph.” Telecamere controllate da computer per una visuale ottimale dell’azione. Una miscela perfetta di azione e avventura! Sfrutta appieno le vaste potenzialità della grafica tridimensionale. Animazioni altamente dettagliate. Arsenale tecnologicamente avanzato con scanner, scudi magnetici, mine esplosive e armi futuristiche. Riprese e dialoghi di qualità cinematografica realizzati con veri attori professionisti. Innumerevoli spezzoni musicali sincronizzati alle azioni. Eccezionali sequenze tra gli schemi generati a computer. Titolo Fade to Black Anno 1995 Genere Azione, Avventura Tema Cyberpunk / Dark Sci-Fi, Elementi Strategia, Sci-Fi / Futuristico, Sparatutto Lingua Multilingua selezionabile: Italiano e Spagnolo (sottotitoli) – Inglese, Francese e Tedesco (sottotitoli e parlato) Sviluppatore Delphine Software International Publisher Electronic Arts, Inc. Distributore per l’Italia C.T.O. Piattaforma PC Edizione Prima Edizione Supporto CD-ROM Rating Rarità 2/5 La confezione distribuita in Italia dalla C.T.O. include: Scatola in Italiano. Manuale esclusivamente in Italiano. Jewel Case generico trasparente. 1 CD-ROM. Lingua gioco: Multilingua selezionabile: Italiano e Spagnolo (sottotitoli) – Inglese, Francese e Tedesco (sottotitoli e parlato). Si ringrazia @Ifride per aver fornito le immagini del gioco.
  12. Giveaway di GOG che regala Tower of Time e per chi fosse interessato è aperto il download per la Open Beta di GOG Galaxy 2.0
  13. Passate le 17.00 del 30 Dicembre, arriva un nuovo regalo giornaliero dall'Epic Store, questa volta tocca a Hello Neighbor!
  14. Epic Games regala fino alle 17 di oggi 30 Dicembre The Talos Principle e per chi si logga entro il 1° Gennaio un buono da 10 euro.
×
×
  • Create New...